Noi di e-Lios siamo sviluppatori di Applicazioni Android, ma lascia che ti faccia una panoramica del funzionamento e delle possibilità che hai per la creazione di un app per la tua atività.

Per prima cosa, esistono diverse tecnologie per sviluppare app Android: app native, app ibride, PWA.

Potresti chiederti come mai sia importante conoscere questa informazione; ti comunico che è un informazione fondamentale, queste tre tecnologia hanno potenzialità differenti e anche dei costi molto differenti!

Applicazioni Android native

Partiamo dalle App Native, questo tipo di tecnologia permette agli sviluppatori di Applicazioni Android di 100% la potenza del dispositivo Android, sono in assoluto la miglior  soluzione per creare app performanti, solide e che sono di sfruttare tutti i dispositivi del device (es. giroscopio e fotocamera.

Per sviluppare questo tipo di App ci si affida quindi alle SDK ufficiali Android e si utilizzano principalmente i linguaggi di programmazione Java e Kotlin.

Lo svantaggio principale di questa metodologia di sviluppo è che ovviamente questo tipo di applicazioni non funziona con i dispositivi iOS, sempre che questo dettaglio ti interessi.

Applicazioni Android ibride

La tua seconda alternativa è l’approccio ibrido, in pratica con questo approccio hai tutti i benefici dell’app nativa e in più la stessa applicazione funziona anche sui dispositivi iOS senza fargli alcuna modifica.

Posso capire che non  sembra possibile e che sembra quasi che ci sia sotto qualcosa, non c’è trucco e non c’è inganno, infatti l’unico lato negativo, se così si può chiamare, è che sulla carta le app ibride sono più lente, ma con la potenza di calcolo dei dispositivi moderni la differenza è praticamente impercettibile, senza contare che difficilmente il funzionamento dell’app richiede mai la piena potenza di calcolo del processore.

Questo tipo di app viene sviluppata principalmente attraverso una di queste 3 tecnologie: Flutter (di proprietà di Google), React Native (proprietà di Facebook) e PhoneGap (di proprietà di Adobe).

Come puoi vedere le aziende che mantengono questi framework sono tra le più grandi al mondo, quindi non rischiano di sparire da un momento all’altro, anzi sono qui per rimanere.

In pratica questo approccio ti permette di raggiungere la totalità dei dispositivi mobili, con il costo monetario di una sola app, sia in nella fase di sviluppo che nel mantenimento. Se hai intenzione di raggiungere anche i dispositivi mobili apple, l’app ibrida ti permette sicuramente di risparmiare bei soldi.

Applicazioni Web Progressive

Infine potresti servirti dello standard PWA, è un approccio poco conosciuto, ma non è affatto da sottovalutare.

In pratica è un potenziamento della versione mobile del tuo sito internet e ti permettere di accedere ad alcune, ma non tutte, le funzionalità delle app native (tra cui l’utilizzo della fotocamere, cacheing, e le notifiche push).

Una PWA è in grado di creare un’icona sul desktop del dispositivo semplicemente con un click direttamente dal sito, invece di costringerti ad andare sul play store o app store ed è possibile accedere all’app anche off-line, dal momento che lo scheletro dell’applicazione viene scaricato sul dispositivo e questo lo rende sensibilmente più veloce rispetto ad un sito internet tradizionale.

Rispetto a un’app mobile è in grado si farti risparmiare parecchi soldi e in molti casi può anche essere la migliore soluzione per la tua esigenza. Come ti avevo detto all’inizio non è una soluzione da sottovalutare.

Adesso hai una bella panoramica su come poter dare vita al tuo progetto, non ti resta che contattarci per una consulenza dove possiamo valutare insieme il tuo progetto.

Contattaci per una consulenza gratuita

Categories: NewsWeb e Mobile App

Related Posts

Industria 4.0

e-Lios rappresenta l’innovazione marchigiana a SMAU Milano

e-Lios selezionata insieme ad altre 6 sturtup marchigiane da un comitato congiunto di SMAU e Regione Marche. e-Lios è presente alla 54^ tappa milanese del Roadshow più importante d’Italia in tema di innovazione. Il focus Read more...

Industria 4.0

QR code, scopri tutti i vantaggi

Cos’è il QR code Il QR Code (abbreviazione di “Quick Response Code”, in italiano: “codice a risposta rapida”) è una versione bidimensionale del codice a barre. E’ stato inventato nel 1940 da Denso per tracciare Read more...

News

Marchio d’area

Cosa si intende per marchio d’Area? Il marchio d’area è un’aggregazione di strutture ricettive in tutte le sue forme (alberghi, agriturismo, bed & breakfast, ostelli, case di vacanza, camping ecc.), di ristoro, ma anche strutture Read more...